lunedì 28 dicembre 2020

Explore the Alps - Summer Highlights

Le difficoltà e gli imprevisti possono dare uno slancio verso nuovi orizzonti, possono trasformarsi in opportunità per cambiare le proprie abitudini e per provare cose diverse.
Le limitazioni a seguito dell'emergenza sanitaria hanno costretto le persone a guardarsi meglio attorno e hanno fatto riscoprire le montagne dietro casa. I grandi viaggi sono stati rimandati e le Alpi sono tornate il parco giochi principale.
Con il pretesto di arrampicare, di camminare e di scalare montagne, nasce la possibilità di esplorare e conoscere il territorio alpino sotto il punto di vista geografico ma anche culturale, si evidenziano così i rapidi cambiamenti con cui conviviamo nel nostro presente. 
L'ambiente di Milano è distante anni luce da quello montano e naturale in genere ma allargando lo sguardo risulta essere in posizione estremamente strategica per esplorare le Alpi da est a ovest con possibili estensioni verso le rocce liguri oppure gli Appennini.

Durante questa estate ho avuto la fortuna di accompagnare in montagna diversi ragazzi, alcuni attratti dal vuoto delle pareti d'arrampicata, altri dalle alte quote ghiacciate respirando l'aria sottile dei 4000 metri, altri ancora alla ricerca dell'avventura camminando nei boschi e dormendo all'aperto.
Per tutti l'emozione della prima volta, la soddisfazione di provare qualcosa di nuovo ed eccitante, di scoprire l'avventura dietro casa.
Mi sono anche legato con persone adulte, già pratiche di montagna ed alpinismo, con le quali abbiamo raggiunto insieme un obbiettivo curato da tempo e realizzato qualche sogno nel cassetto, avanzando così di alcuni passi nel personale percorso di crescita e conoscenza che offre l'attività in montagna.

Passando all'aspetto pratico, da Milano con uno o due giorni a disposizione, è possibile trovarsi in cima al Monte Bianco, appesi agli strapiombi dolomitici, sciare a luglio sui ghiacciai del Monte Rosa, arrampicare sul mare a Finale Ligure, fare trekking in valli ormai spopolate oppure mettersi alla prova sulle lisce placche di granito della Val di Mello. 
La varietà delle caratteristiche ambientali unite alla facilità di spostamento sul territorio, rendono le Alpi un vero parco giochi per tutte le attività outdoor in ambiente montano.

Attraverso alcune immagini proverò a fare un riassunto dei momenti estivi più belli vissuti insieme a vecchi e nuovi amici, un modo per non smettere di sognare e per continuare a credere nei propri progetti nonostante i momenti difficili ma sopratutto per ricordare che stare nella natura e praticare attività sportiva sono aspetti essenziali per il nostro benessere psicofisico. 



Arrampicare a Finale Ligure significa anche fondersi con l'ambiente marino, attraverso un tuffo oppure scalando a pochi metri dall'acqua e annusando l'aria salmastra anche sulle pareti dell'entroterra.



Nelle giornate serene anche da Milano è possibile ammirare il versante orientale del Monte Rosa, la Capanna Margherita con i suoi 4554 metri è il rifugio più alto d'Europa. Un must dell'alpinismo classico.



La Valle dell'Orco è una mecca della scalata in fessura ma ci sono alcune vie classiche dove divertirsi anche sulle placche, di solito più appigliate e protette rispetto a quelle melliche. 
Qui si è sviluppato il movimento del Nuovo Mattino, il '68 dell'arrampicata.



Sul filo di cresta della Corda Molla al Monte Disgrazia, una salita elegante e non banale, giusto mix di arrampicata su ghiaccio e roccia con accesso e discesa non meno impegnativi. 
Alpinismo Classico di prima qualità, 100% Made in Lombardia.



Il Rifugio Gianetti, punto di partenza per alcune delle più belle scalate del Masino.
Nelle nuvole il Pizzo Badile gioca a nascondino, guadagnarsi la cima è una grande soddisfazione anche attraverso la via normale.



Il bivacco è una tappa fondamentale nel percorso di crescita di ogni alpinista, un'esperienza sempre forte dalla quale si imparano molte cose. 
Qui sulle Alpi Giulie dopo la salita della parete nord del Travnik in Slovenia.



Alba sulla cima del Monte Bianco a 4808 metri dopo la salita della Cresta di Peuterey, una lunga cavalcata portata a termine con un compagno di cordata di vecchia data. Grande Avventura.



Scoprendo il Gioco Arrampicata sulle lisce pareti dell'alto Masino, paradiso della scalata granitica nelle Alpi.



Con giovani amici percorriamo tracce a fil di cresta nel selvatico Parco Naturale della Val Grande, un luogo dove soddisfare le proprie voglie di escursionista ed avventuriero a due passi da Milano.



Val di Mello 9000 metri sopra i prati.
Qui sull'estetico terzo tiro di Polimagò, un concentrato di arrampicata mellica da non perdere.



Trekking attorno al Marguareis, Alpi Liguri.
Forti contrasti tipici di queste terre strette tra ripide montagne e mare mosso.



Verso la vetta del Piz Bernina che con i suoi 4049 metri è il quattromila più orientale delle Alpi.
Questo massiccio riserva splendide salite in ambienti glaciali e lontani dalle folle. La Biancograt è forse la cresta più bella delle Alpi, da visitare almeno una volta nella vita.



Questo è l'Eldorado con la sua mitica via Motorhead, creazione dei fratelli Remy un nome e una garanzia nell'ambito dell'arrampicata alpina. 
La Svizzera centrale offre molti altri luoghi dove arrampicare su vie di più tiri in estate, una regione e una cultura da scoprire un pezzetto alla volta.



Il gruppo del Monte Rosa è un luogo dove sfamare la propria voglia di alta quota, creste affilate e vasti ghiacciai, moltissimi 4000 sia di facile accesso sia con lunghe vie impegnative. 
Qui abbiamo raggiunto il Breithorn Centrale, salita di soddisfazione e mai banale.



La Grignetta è la prima vera montagna per chi parte da Milano, un piccolo regno da esplorare ed apprezzare senza sosta.
Qui sul caratteristico Sigaro Dones alla prima esperienza di via lunga, con un po di immaginazione sembra di essere in Dolomiti.



Incontro con il pastore ucraino Vasilii, persona di animo puro che trascorre alcuni mesi all'anno in alpeggio sulle Orobie Bergamasche.
Queste montagne spesso molto selvatiche, permettono ancora di venire a contatto con realtà di vita alpestre totalmente scomparse in altri luoghi delle Alpi.



Lungo la Cresta di Peuterey, al cospetto del Pilone Centrale del Freney.
Siamo nel cuore del versante italiano del Monte Bianco.



Stomaco Peloso, punto di partenza per chi vuole iniziare a correre sulle lisce placche della Val di Mello.
In autunno i boschi si colorano di giallo, arancione e rosso, i faggi secolari perdono le foglie e l'aria fresca concede buone condizioni per la scalata in aderenza.



Ambienti glaciali d'eccezione lungo la via normale al Piz Palù, Gruppo del Bernina.
I ghiacciai alpini sono in costante ritiro ma è ancora possibile ammirarne la grandezza e la bellezza.



Escursionismo selvatico lungo i vecchi sentieri dei Melat in alta Val di Mello. 
Gli arditi pastori dell'epoca hanno tracciato itinerari nei luoghi più impervi del gruppo del Masino, è possibile ancora ammirarne i ricoveri e le magnifiche opere architettoniche. 



In discesa sui ghiacciai del Monte Rosa dopo aver raggiunto la Capanna Margherita.
Non perdere l'occasione di bere una birra al rifugio più alto d'Europa!



Ecco le pareti del Bric Pianarella, mecca delle vie multipitch a Finale Ligure.
Non solo mare e focaccia!



Tutto questo e molto di più è possibile fare sulle nostre splendide Alpi.
Sciate, scalate e camminate.
Avventure nella Natura per il tuo benessere psicofisico.

Se cerchi una Guida per iniziare o per crescere nel tuo percorso, sarò felice di accompagnarti e di legarmi con te, per una breve salita o per una lunga avventura!

Saro Costa - a. Guida Alpina
wildsaro@gmail.com
+39 348 371 4249
www.skiplace.it




























































giovedì 22 ottobre 2020

Explore The Alps - Winter Edition

Con l'autunno e le prime (abbondanti!) nevicate, possiamo aprire la stagione invernale.

Attraverso le diverse discipline dello Ski, avremo modo di esplorare le nostre incredibili Alpi, un luogo dove è possibile perdersi vicino a casa!

Il concetto del cogliere l'attimo è ancora più attuale in questi tempi dove non c'è certezza, dove le stagioni fanno come vogliono, la neve è da inseguire!

Seguimi per rimanere aggiornato sui programmi di sci alpinismo, freeride e alpinismo invernale.

Ski or Die



domenica 31 maggio 2020

Climbing the Alps - 2020 Summer Edition

*Un' Estate per scoprire le Alpi*

Arrampicata:

Masino - Val di Mello - Val Codera
Valle dell'Orco
Dolomiti di Brenta
Tofane e Tre Cime di Lavaredo


Alpinismo:

Monte Rosa - 4000 metri
Alpi Retiche - Monte Disgrazia e Piz Bernina
Ortles - Cevedale


Trekking:

Parco Naturale Val Grande
Sentiero Roma
Grande Traversata dell Alpi - GTA


Info e Prenotazioni:

Saro Costa - wildsaro@gmail.com - 348 371 4249

Per tutti gli aggiornamenti visita la mia pagina Facebook ---> Wild Saro




domenica 19 aprile 2020

2020 Post Apocalisse

Come, dove, quando ???

Disposizioni ufficiali sulla possibilità e sulla modalità di svolgere attività outdoor ancora non ci sono.
Oggi come ieri però credo fortemente nel concetto di avventura dietro casa.
Se la tendenza sarà limitare gli spostamenti ed evitare di trovarsi tutti nello stesso posto, allora ecco l'occasione per scoprire i luoghi selvaggi e dimenticati vicino a casa, posti non alla moda, faticosi e tralasciati nella lista dei desideri standard dell'alpinismo o dell'arrampicata ma anche del trekking.
La domanda è: voglio riempire il curriculum o voglio scalare?!
Meglio tutte e due le cose!
Le grandi classiche sono magnifiche e non scappano, inoltre probabilmente hanno sempre avuto la nostra maggiore attenzione. Le nostre Alpi offrono centinaia di Avventure poco frequentate e quasi sconosciute, sta a noi cambiare punto di vista ed osare ad impegnarsi in qualcosa che magari la massa non conosce o non considera ma per noi può essere estremamente appagante.
Fuori dalle solite rotte!

Essere o Avere ?

Cresta di Corna Rossa - Monte Disgrazia 3678 m.


mercoledì 15 gennaio 2020

Sci Alpinismo - Ski Touring - Freeride - Sci Ripido

Primavera 2020

*

Sci Alpinismo - Ski Touring

I sabati e le domeniche di marzo e aprile propongo gite di sci alpinismo in giornata da Milano e provincia.
La meta sarà scelta in base alle migliori condizioni della neve e meteo.
Su richiesta anche in settimana e possibilità di fare gite di due giorni con notte in rifugio o bivacco.

*

Specials

Trilogia Retica
Percorso di crescita tecnica e culturale attraverso la pratica dello sci alpinismo sulle più maestose vette delle alpi lombarde.
Pizzo Tambò, Monte Disgrazia, Pizzo Scalino.
Scopri e scia tre delle principali cime della val Chiavenna, Valmasino e val Malenco.
Massimo 2 persone, info e prezzi: wildsaro@gmail.com

Pizzo Bernina 4049 metri - Il re delle retiche
Due giorni di sci alpinismo per salire la più alta vetta della Lombardia e il 4000 più orientale delle alpi.
Massimo 2 persone, info e prezzi: wildsaro@gmail.com

Sci a 4000 metri - Monte Rosa
In giornata o con gita di due giorni, saliamo e sciamo i 4000 del Monte Rosa.
Punta Giordani, Piramide Vincent, Breithorn, Capanna Margherita sono sono alcune delle mete possibili.

*

Freeride - Sci fuoripista

Giornate di sci libero percorrendo le più belle linee del Monterosa, culla del freeride in Italia.
Migliora la tua tecnica di sci fuoripista e impara a divertirti su tutti i tipi di neve.

*

Sci ripido - Steep Skiing

Vuoi entrare nel mondo del ripido? Ti affascina la curva saltata? Vuoi sentire il vuoto sotto i tuoi sci?
Propongo un percorso di crescita tecnica e culturale visitando alcune zone che hanno fatto la storia del ripido.
Una giornata dedicata alla tecnica di sci e all'utilizzo della corda in discesa, una giornata dedicata all'utilizzo di piccozza e ramponi e alla gestione della corda in salita, una gita di due giorni con notte in rifugio o bivacco per sciare una bella linea di ripido.
Un totale di quattro giorni per passare dal mondo dello sci alpinismo e del freeride a quello dello sci ripido.
Massimo 2 persone, info e costi: wildsaro@gmail.com

*

Private

Hai un sogno sciistico? Vuoi esplorare particolari zone delle alpi con gli sci?
Vuoi crescere e diventare uno sci alpinista completo?
Contattami per trovare la soluzione migliore!

*

Consulta la mia pagina Facebook ---> Wild Saro, visibile anche senza registrazione.


Info:

wildsaro@gmail.com

+39 348 371 4249



 






venerdì 6 dicembre 2019

Why not ?!

Perchè no?!
Perchè non credere nei propri sogni, perchè rinunciare ad un'idea prima di averci provato, perchè pensare che tutto andrà male senza non aver mosso ancora un dito?
A suon di proverbi, perchè vedere il bicchiere mezzo vuoto oppure non fasciarsi la testa prima di essersela rotta.
Durante l'ultimo anno e mezzo ho ripreso in mano e portato a termine un sogno che avevo da tutta la vita e che avevo lasciato a metà sette anni fa.
Diventare Guida Alpina è un percorso non banale, io sono al primo step, da quest'anno sono Aspirante Guida Alpina e davanti, oltre all'ingresso nel mondo del lavoro, mi aspettano ancora formazioni ed esami.
Vedo questa professione come un mestiere più che come un semplice lavoro, la differenza è che un mestiere di solito arriva da una passione, in un mestiere si continua ad imparare, si continua ad essere curiosi, spesso è uno stile di vita mentre un lavoro è composto da infiniti turni di tot ore da spuntare e più si va avanti, più lo si detesta o lo si accetta passivamente.
Aver ripreso questa formazione mi ha aiutato a pormi un obbiettivo preciso, a prepararmi per qualcosa, a uscire da una fase di stallo, uno di quei momenti nella vita dove non si sa bene cosa fare e come fare.
Uno di quei momenti dove si vede il bicchiere mezzo vuoto e non si ha l'energia di decidere come vederlo, il bicchiere è mezzo vuoto, punto.
Da queste ultime esperienze ho imparato ad essere attivo, a ragionare, a valutare le opzioni e ad essere obbiettivi con sé stessi e con il mondo esterno. Almeno un po' !
Ecco allora che i sogni, quelle cose che desideriamo fare, che vogliamo vedere realizzate sono la chiave del percorso, il lascia passare per intraprendere la via che abbiamo scelto.
Senza sogni o idee non esiste un progetto o un piano d'azione, si rischia di passare il tempo a sopravvivere invece che vivere.
Ecco perchè considero importanti i sogni e i grandi progetti, non vanno abbandonati neanche nei momenti più difficili anzi saranno un aiuto e fonte di nuova motivazione e quindi forza.
L'Alpinismo e le esperienze nella natura sono sempre state per me - e lo sono ancora adesso - un motivo per sognare, per crescere e per evadere da una routine quotidiana noiosa e poco soddisfacente.
Alzati e fai una corsa in montagna, scia, scala una torre rocciosa e dormi qualche notte nel bosco !
"La libertà non è star sopra un albero" diceva Giorgio Gaber ma non lo è neanche rinunciare a scalarlo dico io.


Liskamm parete Nord-Est, Giugno 2019





sabato 1 aprile 2017

Transit

Un anno di trasformazione, di perdizione, di alti e bassi, di incertezza totale e con totale intendo a tutto tondo quindi incertezza in tutto ciò che circonda la propria persona. Un anno in bilico sul vuoto speso ad apprezzare quel poco di solido sotto ai piedi perchè diceva un tale che l'importante è far del poco tanto…
La Natura rimane la Grande Madre alla quale rivolgersi durante le difficoltà, la solitudine rimane il miglior allenamento e gli affetti rimangono il miglior recupero !
Per apprezzare davvero bisogna conoscere la privazione e per rialzarsi bisogna toccare il fondo. Un altro tale diceva che il divenire è costantemente incostante quindi la staticità rimane da evitare.
Se non sono fisicamente elastico quando cado mi rompo e se non sono mentalmente elastico quando incontro l'ignoto vado nel panico.
Essere o Avere ? si domandava un terzo tale.
Al principio non si ha niente, si è... poi si acquisiscono molte cose e lo spazio per l'essere si riduce di molto, confinato all'essere fieri delle proprie conquiste o all'essere disperati per le proprie perdite… da ultimo bisognerebbe lasciare tutto ciò che si ha per tornare ad essere… consapevolmente incosapevoli e inconsapevolmente consapevoli !
Agire non perchè si ha ma bensì perchè si è !

La via verso la perfezione è orizzontale diceva l'ennesimo tale !

Yeah


Skiando la Biancograt

Alagna scuola di vita 

Alagna 3000 metri di ski di classe

Metà est del matterhorn

Oh yeah

Tip Top

Fallimento al Marinelli

Mello Ski

Alagna monoski

Nei pressi della parete che non c'è

Fallimento al Dito di Cleo

Liberarsi dall'opprimente concetto di sicurezza moderna 

It's all about balance



Macaco

Allargando le vedute

Stay Trash


Pellegrinaggio in Oriente

Cercando di inseguire Tancrede

Non sfidare il Giò


Pirati

Andando a sinistra

I veri Valori


Torre Re Alberto


La placca del Fortissimo

Baita





Gioco arrampicata

Soddisfazioni urbane


Tributo a Frank Medrano

Vecchia scuola








L'isola che c'è

Yo y mi amor 

Polivalenza al Remenno

Monte Cucco

Mello scamping

Giocare al parco giochi

Naturalezzza ehhh

Balance

Avventure urbane

Amici

Parco giochi dei sogni che diventano realtà

Frizzi pazzi

Elasticità mentale

Quiete

Me e Marlene

Occhio non vede cuore non duole